OKB&B
IO VIAGGIO COSÌ
Scegli il tuo OKB&B fra gli oltre 15326 proposti sul nostro portale Bed and Breakfast
HOME / News / I Maya e la ricerca della bellezza

I Maya e la ricerca della bellezza

Fino al 5 marzo al Palazzo della Gran Guardia di Verona si può visitare un'imponente mostra dedicata alla cultura maya, 2000 anni di storia in più di 300 reperti artistici.

Duemila anni di bellezza maya

Duemila anni di cultura maya ricostruiti attraverso più di 300 opere provenienti dai più importanti musei del Messico. E’ la mostra “Maya, il linguaggio della bellezza”, allestita a Verona presso il Palazzo della Gran Guardia e aperta fino al 5 marzo 2017.

L’affascinante ed enigmatica cultura di questo popolo dell’America precolombiana rivive attraverso un imponente percorso espositivo articolato in sei sezioni tematiche.

Sculture in pietra, oggetti di uso comune, maschere in giada, urne funerarie, fregi, architravi, frammenti di testi, mappe e tutta una serie di altri preziosi reperti archeologici originali fanno rivivere il mistero della cultura maya, che ha esplorato il concetto di bellezza attraverso una molteplicità di espressioni artistiche e architettoniche.

Proprio il tema della bellezza è il filo conduttore attraverso cui viene indagata la cultura di questa antica ed evoluta popolazione.

Il culto della bellezza veniva perseguito dal popolo Maya non solo attraverso la produzione artistica e architettonica, ma anche tramite l’intervento estetico sui corpi, con pratiche decorative e ornamentali sia temporanee che permanenti, tra cui pitture corporali, pettinature elaborate, tatuaggi, applicazioni di monili, decorazioni dentali.

Il percorso espositivo guida il visitatore alla scoperta del complesso sistema sociale della cultura maya, che prevedeva l’uso di abiti ed ornamenti differenziati per identificare l’appartenenza ad una determinata classe sociale.

Tra gli aspetti più affascinanti dell’antica civiltà stanziata in Mesoamerica indagati all’interno della mostra c’è anche il rapporto con gli animali simbolo delle forze naturali, con gli eventi dei miti cosmogonici, con le diverse divinità ed entità sacre del pantheon.

La particolarità dell’esposizione risiede nel rigore storico-artistico con cui è stato ricostruito il percorso cronologico dell’arte maya. Per la prima volta i reperti artistici sono stati oggetto di uno studio approfondito, che ne ha rivelato gerarchia e attribuzioni, arrivando ad individuare i grandi artisti in campo pittorico e in campo scultoreo.

Vuoi visitare l’affascinante mostra dedicata ai Maya? Scegli un Bed and Breakfast a Verona  

21 Febbraio 2017