OKB&B
IO VIAGGIO COSÌ
Scegli il tuo OKB&B fra gli oltre 15324 proposti sul nostro portale Bed and Breakfast
HOME / News / Con lo sguardo e con il cuore, Henri Cartier-Bresson in 140 scatti

Con lo sguardo e con il cuore, Henri Cartier-Bresson in 140 scatti

Fino al 15 ottobre 2017 a San Gimignano, un’imponente retrospettiva celebra Henri Cartier-Bresson, uno dei maestri della fotografia del ‘900

Con lo sguardo e con il cuore, Henri Cartier-Bresson in 140 scatti

140 scatti per raccontare un mito della fotografia. Uno dei maestri che, con il suo sguardo appassionato e curioso, ha elevato l’arte fotografica a strumento di stupore verso il mondo e la sua varia umanità. S’intitola Henri Cartier-Bresson fotografo, la mostra dedicata al grande fotografo francese, allestita alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Raffaele De Grada” di San Gimignano.

Il percorso espositivo, che resterà aperto fino al 15 ottobre 2017, racconta il modus operandi di Cartier-Bresson, la sua ricerca del contatto con gli altri, il suo approccio alla fotografia libero da tecnicismi e intuitivo.

La mostra, curata da Denis Curti, si basa su una selezione di scatti scelta da Robert Delpire, editore e amico del grande fotografo.

Dagli scatti esposti, che ripercorrono con completezza l’intera carriera del fotografo, emerge la sua straordinaria padronanza del mezzo fotografico.

La sua preferenza per l’immediatezza dello scatto e l’intuizione improvvisa lo portarono a rifuggire da qualunque intervento posteriore. Cartier-Bresson non è mai intervenuto sui suoi negativi. Una scelta di poetica che restituisce l’autenticità di situazioni colte nella loro assoluta realtà.

Nel percorso espositivo, il lato artistico si fonde con il dato biografico. Si scopre così di quando Cartier Bresson apprese che il MoMA di New York, credendolo morto in guerra, aveva deciso di dedicargli una mostra postuma. A quel punto, il fotografo prese il controllo della situazione, dedicandosi con tutto se stesso all’allestimento dell’esposizione.

Un’altra esperienza fondamentale è quella della Magnum, l’agenzia fotografica creata nel 1947 insieme a Robert Capa, George Rodger, David Seymour e William Vandivert. Un’esperienza che sopravvive ancora oggi come una delle più importanti realtà di fotogiornalismo esistenti.

Quella di San Gimignano è, insomma, un’occasione unica per ammirare lo sguardo appassionato di un fotografo che amava dosare emozione e controllo per “mettere sulla stessa linea di mira la mente, lo sguardo e il cuore”.

Vuoi guardare da vicino gli scatti di uno dei più grandi geni della fotografia? Scegli un Bed and Breakfast a San Gimignano 

25 Luglio 2017